5 serie tv di genere storico da (ri)vedere assolutamente

Se anche voi siete appassionati di serie tv e aspettate il weekend per fare binge watching, siete incappati nell’articolo giusto. Quando in ufficio o a scuola i vostri colleghi o compagni iniziano a discutere su una nuova serie tv ambientata nel passato, il vostro orecchio non può fare a meno di sentire e voi, che d’altro canto siete esperti in materia, vi buttate nella conversazione a capofitto. Perché voi conoscete tutto sulla serie tv, sugli attori, su chi l’ha scritta e su chi la produce. Insomma, le serie tv storiche sono il vostro pallino, la vostra debolezza, e potreste guardarle all’infinito, o quasi. Infatti sto per proporre una lista di 5 serie tv che, a mio avviso, vale davvero la pena vedere e che magari vi siete fatti sfuggire. Ma se siete dei veri addicted probabilmente le  conoscerete già, e magari vi verrà solo voglia di fare un bel rewatch.

  1. Reign, 4 stagioni che catapultano direttamente nella vita di Mary Stuart, regina di Scozia e consorte del re di Francia nel XVI secolo. Serie tv statunitense trasmessa dal 2013 al 2017, vede protagonista una straordinaria Adelaide Kane nel ruolo della regina Mary. La sua interpretazione ci permette di entrare nei pensieri intimi e profondi che questa iconica monarca doveva aver vissuto, trovandosi sin da piccola catapultata alla corte di Francia, con il solo obbiettivo di divenire la moglie del futuro re. Una serie tv fresca, con canzoni anche moderne (non aspettatevi tante ballate rinascimentali) e costumi preziosi, oltre alla trama che si incentra sulla figura di Mary Stuart e sulle vicissitudini di corte, è una serie tv curata al dettaglio. Super consigliata. Gli episodi durano all’incirca 40 minuti l’uno. (Disponibile su Netflix)
  2. Downton Abbey , diversa ambientazione storica per questo caposaldo della televisione britannica che racchiude la storia della famiglia Crawley, nonché il conte e la contessa di Grantham, in 6 stagioni, per un totale di 52 episodi della durata media di 48 minuti circa (anche se su Netflix ho notato che alcuni episodi vengono accorpati, quindi trovate due episodi insieme e una lunghezza temporale raddoppiata). In onda dal 2011 al 2016, la vicenda verte sulla famiglia Crawley, dal momento in cui l’erede della proprietà di Downton, muore in seguito all’affondamento del Titanic nel 1912. La bellezza di questa serie sta nel fatto che ripercorre diverse decadi, a partire dal primo Novecento, includendo quindi il periodo della Prima Guerra Mondiale e la ripresa economica degli anni Venti. Sono proprio questi ultimi anni che vedono un periodo di decadenza per quelle che erano le grandi famiglie aristocratiche inglesi, abituate a vivere in enormi tenute circondate dalla servitù. Tratta di una società che si sta evolvendo e come si evolvono i personaggi in rapporto ad essa, insomma una transizione dal passato al presente verso il futuro. (Disponibile su Netflix)
  3. Victoria, altra serie tv britannica, attualmente in corso e che per adesso conta 2 stagioni ed una terza in arrivo prossimamente. Mediamente la durata di un episodio si aggira attorno ai 40-50 minuti e incentra l’attenzione sulla figura della regina Vittoria, sovrana del Regno Unito e Irlanda dal 1837 e imperatrice d’India dal 1876 fino alla morte. Il pilot vede una giovane Victoria appena divenuta regina e inesperta, che pian piano apprenderà come prendere la guida di un impero, includendo diversi momenti della sua vita, come il felice matrimonio con il cugino Albert. Una cornice romantica per la storia di una donna importante.
  4. Versailles in produzione dal 2015 ad oggi, questa serie tv di produzione francese e canadese incentra il focus sul Re Sole, ovvero l’emblematica figura di Luigi XIV , che regnò la Francia dal 1643, quando non aveva ancora compiuto 5 anni, all’anno della sua morte nel 1715. Il titolo Versailles non a caso, in quanto sono gli anni in cui il sovrano francese decide di trasformare quella che era una tenuta da caccia fuori Parigi nella sua grande e spendente corte, radunando tutti i nobili francesi. Intrighi, passioni e complotti non mancheranno certo in questa serie che vi terrà incollati al computer: gli episodi durano 55 minuti circa e le 2 stagioni sono disponibili su Netflix.
  5. Vikings , non è una serie tv per deboli di cuore. Cruda e violenta, Vikings racconta proprio la storia di Ragnar Lodbrok, guerriero vichingo divenuto re di Kattegat, villaggio dove viveva con la moglie Lagertha e i loro figli. Basato sulle incursioni vichinghe del IX secolo (come ad esempio al monastero di Lindisfarne) e sulle saghe norrene che narrano la vita di Ragnar, inserisce episodi in cui flotte di vichinghi approdano nei regni di Murcia o della Northumbria, quando ancora l’Inghilterra era divisa in Sette Regni. 5 stagioni emozionanti e brutali, perché, come ho scritto all’inizio, non è per i deboli di cuore: battaglie e sangue sono all’ordine di ogni episodio. In onda dal 2013 ad oggi e rinnovata per una sesta stagione (yes!!!), gli episodi durano dai  45-50 minuti ma, una volta iniziati, non vorrete  più smettere (credetemi che crea dipendenza più della caffeina). Anche questa serie è disponibile su Netflix.

Melania Rinaldi

 

 

 

Precedente "Faremo foresta", la recensione del libro di Ilaria Bernardini. Successivo "Mamma mia! Here I go again!", un evergreen!