A volte ritornano: i giochi più famosi per le console arrivano sui vostri telefoni.

Un anno fa il mondo intero veniva scosso dall’uscita sugli smartphone dell’adattamento di uno dei giochi per console più famosi e amati degli ultimi anni: stiamo parlando di Pokemon Go, l’iniziativa della Niantic che ha permesso milioni di giovani (e non solo) di realizzare il loro sogno, quello di diventare allenatori di Pokemon, grazie all’inserimento di elementi virtuali nella realtà. Da allora, sempre più aziende che hanno dato vita a videogame indimenticabili hanno deciso di adattarsi al progresso tecnologico e di riproporre, in versione migliorata, alcuni dei titoli di maggiore successo della nostra infanzia, consapevoli del fatto che qualsiasi nostalgico li scaricherebbe immediatamente, e speranzosi allo stesso tempo di attirare così nuovi giocatori che non hanno mai posseduto un GameBoy, una prima versione della Playstation o del Nintendo DS.

Recentemente ad esempio, Gamecub ha lanciato sugli smartphone “Animal Crossing: Pocket Camp” ispirato al celebre Animal Crossing uscito ben 16 anni fa: l’ambientazione è diversa (qui si deve gestire un campeggio ed esaudire le varie richieste dei residenti) ma le meccaniche e le tonalità tranquille dell’originale sono state mantenute fedelmente per la gioia di chi lo possedeva in passato. La bella notizia è che è gratis, a differenza di “Super Mario Run”, l’altro grande adattamento del 2017, che sugli store viene venduto a 10 euro: una cifra consistente per il capolavoro della Nintendo, che però a parer di chi lo ha provato viene ritenuto fedele all’originale ed estremamente coinvolgente. Se tuttavia preferite restare sui titoli gratuiti, allora gioirete nell’apprendere che a fine Novembre è stato annunciato l’arrivo sugli smartphone nel 2018 di uno dei giochi elettronici portatili più famosi degli anni ’90: il Tamagotchi! La versione mobile si chiamerà “My Tamatogotchi Forever” ed è stata pensata dalla Namco per onorare il ventesimo anniversario dell’uscita del gioco e per “Conquistare una nuova generazione di fan appassionati con il primo gioco mobile free-to-play”: anche qui i giocatori dovranno prendersi cura in tutto e per tutto di uno o più personaggi, facendoli interagire tra loro ed evolvere. La novità invece sta nel fatto che tutti i personaggi vivranno in una città chiamata “Tamatown”, dove si potranno guadagnare monete giocando a mini-giochi e aumentare così di livello, sbloccare cibi, costumi e oggetti colorati per decorare Tamatown, anche con funzionalità multiplayer. L’altro grande nome che dovrebbe sbarcare a breve sugli smartphone è “The legend of Zelda”: le informazioni a riguardo sono ancora poche, ma si sa per certo che un adattamento da parte della DeNA è in lavorazione, e che molto probabilmente si tratterà di una storia con funzioni distinte rispetto a quelle precedenti. Il passato sembra finalmente essere tornato di moda per la gioia dei gamers: non ci resta altro da fare ora che aspettare e vedere quali riadattamenti ci riserverà il futuro, in attesa di “acchiapparli tutti”, uno dietro l’altro, proprio come se fossero dei Pokemon!

 

Angelica Corà

Precedente Natale: idee e decorazioni per una perfetta atmosfera natalizia. Successivo "Pretty woman", una Cenerentola moderna.