Al via “La Fiera dei Librai di Bergamo 2018”.

Il 21 aprile si è aperta la cinquantanovesima edizione della Fiera dei Librai di Bergamo, la più antica fiera dei librai indipendenti d’Italia. La provincia lombarda, racchiusa dalla sua imponente cinta muraria, dichiarata Patrimonio dell’Umanità UNESCO, sarà certamente una meta perfetta per trascorrere due giorni in tranquillità all’insegna delle bellezze del nostro amato stivale; e lo sarà ancor più se siete dei lettori incalliti in cerca di qualche buona occasione.

Il Sentierone, ossia la strada che attraversa il cuore della città, dal 21 aprile all’8 maggio si trasforma in una grande libreria a cielo aperto dove potrete trovare tantissime offerte, spulciare tra gli scaffali, respirando l’intramontabile e indimenticabile odore della carta stampata.  Ma la Fiera dei Librai non è solo questo! Tantissimi infatti sono gli aventi all’interno della manifestazione: dagli incontri con gli autori, alle presentazioni di nuovi volumi, ai laboratori didattici per trasmettere ai più piccoli la passione della lettura e giochi, come la “Caccia al libro”. Nomi importanti sono quelli che troviamo nel programma dell’evento, come ad esempio Corrado Augias, che il 27 aprile presso l’Auditorium Piazza della Libertà presenterà il suo ultimo libro Questa nostra Italia. Luoghi del cuore e della memoria (Einaudi 2017). Un viaggio attraverso luoghi che fanno parte della memoria collettiva, e luoghi del cuore dell’autore che costruiscono tassello per tassello quella che potremmo definire la nostra “identità nazionale”. La descrizione di un paese meraviglioso, quale l’Italia, che ha bisogno di trovare una sua armonia partendo dalle tante diversità che lo compongono.

E ancora, per gli amanti della politica, il 5 maggio si potrà assistere, presso lo Spazio Incontri, a un “a tu per tu” con Piero Fassino, autore di PD Davvero (La nave di Teseo 2017). Jan Brokken, Cristina Comencini, Iacopo Barison, Alicia Giménez Bartlett e molti altri sono gli autori che parteciperanno agli incontri organizzati nelle giornate della Fiera. Un evento che ha luogo grazie a enti provinciali e nazionali, ma soprattutto grazie alle librerie indipendenti di Bergamo, che da sempre prendono parte all’evento e che nel 2005 hanno dato vita a Li.Ber, l’Associazione Librai Bergamaschi, con l’obiettivo di mantenere in vita la Fiera dei librai più antica d’Italia.

Un evento che profuma di storia, e che porta avanti con tenacia un messaggio importantissimo: libertà di scelta e di proposta, libertà di essere controtendenza e volontà di non soggiacere unicamente a esigenze di mercato.

Giulia Mastropietro

Precedente Il lato ridico delle cose, recensione di "Io mi libro" di Alessandro Pagani. Successivo Dalla Indio Valley con furore: le tendenze beauty e fashion ispirate al Coachella 2018.