Cambio di stagione: come affrontarlo al meglio!

La primavera è ormai arrivata, a giudicare dalle temperature e dal polline nell’aria. Nell’immaginario comune, questa stagione è vista come una rinascita: sbocciano i fiori, le giornate si allungano, si fanno tante passeggiate, si respira aria fresca, ma la realtà è ben altra. Con la primavera dobbiamo affrontare un cambio drastico in quanto, abituati all’inverno, anche il nostro corpo deve risvegliarsi. Non si tratta solo di fare il cambio dell’armadio, di togliere il chiodo di pelle dalla soffitta ed iniziare ad indossare gonne senza calze. La primavera è un risveglio vero e proprio dei sensi. Vediamo come affrontarla al meglio!

I sintomi del cosiddetto “cambio di stagione” sono molteplici, come ad esempio la stanchezza. Anche se abbiamo dormito la notte, siamo ancora stanchi. Diamo tempo al nostro corpo di abituarsi alle temperature più calde, in quanto il fatto che le giornate si allunghino porta sicuramente ad avere un maggiore senso di stanchezza. Per “svegliare” il nostro corpo dal letargo invernale, l’attività fisica è sicuramente il rimedio migliore. Proprio perché abbiamo a disposizione più ore di luce, perché non approfittarne per andare a fare una bella camminata?

Altro disturbo che colpisce molte persone durante il cambio di stagione è l’insonnia, spesso legata anche a degli stati di ansia. Questo cambiamento repentino del clima atmosferico influisce in maniera significativa sul nostro organismo, in quanto le  maggiori ore di luce richiedono al nostro corpo maggiori energie: le alterazioni della “bella stagione” hanno influenza in particolare sul livello di melatonina, ormone coinvolto nella regolazione del sonno, anche se dobbiamo considerare anche gli sbalzi climatici come responsabili per gli sbalzi d’umore.

Per combattere questo stato di insonnia e ansia è sicuramente utile anche qui dell’attività fisica, accompagnata ad un sano regime alimentare, ricco di frutta e verdura, che aiutano a depurare il nostro corpo dalle tossine.  Anche la frutta secca ci viene in soccorso, consiglio di mangiarla insieme ad uno yogurt bello fresco la mattina, un vero toccasana! Per il pranzo consiglio anche insalate di cereali, come orzo, farro, accompagnate da verdura fresca, la mia preferita è quella ai 5 cereali con pomodorini  freschi, da provare assolutamente!

Durante questo cambio di stagione, come ho accennato sopra, è importante concedere al nostro corpo il giusto tempo per adeguarsi alle temperature. È anche fondamentale quindi concedersi  del riposo: anche se il carico di lavoro in università o in ufficio non cala, e le nostre giornate sono sempre piene e frenetiche come sempre, cerchiamo di cambiare il modo in cui vediamo le cose, adottiamo una prospettiva più positiva, concedendoci qualche momento di relax, magari una pausa in più, per evitare di fare male un lavoro che poi dovrà, appunto, essere rifatto. Inoltre, cerchiamo di andare a dormire prima: se siamo così stanchi già alle 9 di sera, non ha senso stare svegli fino alle 2 per vedere gli episodi della serie che abbiamo indietro, perché tanto finiremo per addormentarci sul pc chiedendoci, al risveglio, come siamo arrivati a questo punto della storia. E finire per dover riguardare tutto. Ve lo dico per esperienza: spegnete e dormite!

 

Melania Rinaldi

Precedente Recensione di "Cromo" di Andrea Biscaro. Successivo Recensione della "Teoria della classe disagiata", il lamento di tutta una generazione.