Cosmetici oleosi: come avere pelle e capelli lisci con l’olio giusto.

Dall’olio per il corpo a quello per capelli, ecco come scegliere il prodotto giusto per la cura di sé. 

I prodotti beauty impiegati dalle donne di tutte le età sono moltissimi e di varie tipologie. Tra le diverse varietà di cosmetici sono molto comuni quelli a base oleosa.

Gli oli per il viso sono da utilizzare soprattutto nella beauty routine serale: saranno sufficienti due o tre gocce di prodotto, da versare prima sulla mano e da applicare poi sul viso già deterso e ben asciugato, tramite un delicato massaggio di qualche minuto che va dall’interno verso l’esterno, in modo da far assorbire completamente il prodotto. Solitamente, essi contengono antiossidanti naturali, oltre che principi attivi rigeneranti e riparatori, i quali ne conferiscono proprietà preventive anti-age e donano elasticità ed una morbidezza setosa al viso (spesso in maniera più veloce rispetto a quanto fatto dalle comuni creme nutrienti). Da questi prodotti possono trarre vantaggio tutti i tipi di pelle, da quelle più secche, a quelle normali, fino a quelle più grasse, che tramite essi godono di un effetto di regolazione del sebo. Gli oli più adatti per il viso derivano da semi di piante specifiche, perché devono penetrare nella pelle in profondità e piuttosto rapidamente, in modo da non lasciare segni di unto: tra questi, vi consigliamo quello di argan, di avocado, di jojoba, di rosa e di calendula.

L’olio per il corpo può essere in molti casi utilizzato in sostituzione della crema idratante, a differenza di questa non possiede acqua, in quanto viene assorbito con più facilità e nutre la pelle in profondità, rallentando così il processo di disidratazione. Si tratta di uno dei cosmetici tradizionali di maggior utilizzo in quanto noto grazie alla sua elevata affinità per l’epidermide: esso infatti, non solo la nutre, ma la rende luminosa, la protegge dall’invecchiamento e ne mantiene l’elasticità grazie alle sue componenti. Nella maggior parte dei casi, è bene applicare l’olio dopo aver fatto la doccia sulla pelle ancora leggermente umida, così da poter creare un’emulsione più facile da assorbire. Gli oli per i capelli hanno come funzione principale quella di donare morbidezza ai capelli stressati ma, essendo presenti in commercio in varie soluzioni, possono avere in realtà obiettivi differenti, come quello di ricostruire la fibra, rigenerare il cuoio capelluto, favorire la crescita, lucidare le chiome più opache, lisciare quelle ribelli e rendere meno crespe quelle ricce o mosse. Questi prodotti vengono impiegati soprattutto dopo lo shampoo, sulle punte dei capelli ancora umidi, per conferirne un aspetto più sano dopo l’asciugatura, ma possono essere utilizzati anche sulla testa asciutta, per ottenere un effetto disciplinante; in ognuno di questi casi, non bisogna però eccedere con le quantità (si rischierebbe altrimenti di dover lavare i capelli subito dopo).

È importante, prima di trovare l’olio ideale al proprio tipo di capello, non spazientirsi e fare invece diversi tentativi, in quanto le varie caratteristiche (quantità, tempo di posa, pesantezza e modo di risciacquo) possono influenzare in diversi modi il risultato finale: una volta individuato il prodotto che fa per voi, vi consigliamo di adottarlo come un must-have della vostra beauty routine.

 

Marika Sauria

Precedente Recensione della "Teoria della classe disagiata", il lamento di tutta una generazione. Successivo Recensione di "Agnese, una Visconti", il romanzo storico di Adriana Assini.