Il dilemma del viaggio: come scelgo la destinazione che fa per me?

Quante volte abbiamo avuto in testa l’idea di partire per poi trovarci con il problema più grosso di tutti: dove andare? Ebbene sì: non tutti hanno le idee chiare e a questo proposito occorre fare chiarezza su come scegliere la meta se non ne abbiamo già una in testa e definire il budget, che insieme alla scelta della destinazione è sicuramente un punto focale su cui verte tutta l’organizzazione del viaggio.

Ovviamente la destinazione varia in base alle esigenze, magari c’è chi preferisce visitare città d’arte, chi rilassarsi su una spiaggia o fare lunghe camminate in montagna. Oppure tutte e tre le opzioni. Anche se così ammetto che risulta difficile la scelta, viene sicuramente utile fare una lista delle proprie preferenze, elencando delle destinazioni che si desidera visitare in modo da avere almeno nero su bianco i nomi dei posti. Nella scelta di un viaggio si devono considerare molte opzioni, quindi la scelta della destinazione verrà anche influenzata da chi viaggia: se siamo soli possiamo scegliere senza tenere conto dei gusti altrui, se invece condividiamo questa esperienza, dobbiamo tenere in considerazione anche gusti e preferenze magari diverse dalle nostre, per questo risulta utile consultarsi insieme per trovare punti in comune.

Dopo aver stabilito dove andare si passa alla parte dolente: il budget. In ogni trip planning arriva il momento di affrontare la realtà, stabilendo un limite massimo di spesa. E a questo punto rinunciamo a quel bellissimo resort 5 stelle alle Hawaii: perché la realtà è che il nostro budget non copre neanche le spese per  il solo volo di andata. Sogni a parte, con il nostro budget dobbiamo essere realisti; infatti se abbiamo una data somma dobbiamo cercare di rispettarla. Magari cercando con largo anticipo informazioni sui trasporti, considerando come spostarsi se con aereo o treno o automobile che sia: prima guardiamo prima avremo la sicurezza di trovare anche il posto in quell’hotel carino che abbiamo adocchiato. Anche le offerte last minute possono regalare soddisfazioni, ma si deve essere fortunati (io per esperienza non mi sento di consigliare le prenotazioni ultimo minuto in quanto ho sempre finito per pagare di più aspettando). Altro punto importante su cui occorre documentarsi prima della partenza è il clima del luogo scelto. O dei posti che stiamo considerando. Magari soffriamo tanto il caldo, quindi andare in estate nel deserto non sarà il massimo. Oppure soffrite tanto il freddo, quindi un viaggio in Lapponia a gennaio non farà al caso vostro. Insomma, venire incontro a tutte le esigenze risulta un po’ difficile, pertanto, se proprio desideriamo visitare un luogo, magari metteremo un maglione in più o ci copriremo meglio dal sole. Però è anche vero che c’è una stagione per tutto: se davvero vogliamo fare quel viaggio nel deserto magari lo organizziamo durante l’inverno. Quindi, in base a dove vogliamo andare, dobbiamo anche considerare il clima del posto e il periodo migliore per visitarlo, andando magari a leggere recensioni di viaggiatori che ci sono già stati. Crearsi anche solo una minima idea del posto ci aiuta a considerarne le varie opzioni e ci porterà verso la decisione finale. Insieme a queste informazioni generali sul clima della possibile destinazione, informiamoci anche sui documenti che ci serviranno per viaggiare: essere impreparati in questo campo può portare notevoli scocciature.

In definitiva, se abbiamo una wish list con i luoghi dei nostri desideri da visitare, e almeno una di queste destinazioni è accessibile con il nostro budget e va bene anche al nostro compagno o compagna di viaggio, non ci resta che prenotare il prima possibile e preparare le valigie!

Melania Rinaldi

Precedente "L'Atlante leggendario delle strade d'Islanda", un viaggio fantastico che mette le ali alla mente. Successivo "Pasticceria laboratorio di amicizia", un progetto che fa bene al cuore.