“Mamma mia! Here I go again!”, un evergreen!

Mamma Mia! è un film del 2008, adattamento cinematografico dell’omonimo musical, scritto da Catherine Johnson e diretto da Phyllida Lloyd. In Gran Bretagna, il film è diventato il più venduto DVD di tutti i tempi, con più di 5 milioni di copie al suo attivo! La trama della pellicola inizia alla vigilia del matrimonio della ventenne Sophie. La ragazza vive con la madre, un’americana single, in una splendida isoletta greca, dove gestisce con lei un piccolo albergo. Scoperto per caso il diario di gioventù della madre, la ragazza viene a sapere che il padre, a lei sconosciuto, potrebbe essere uno dei tre amori della mamma di tanti anni prima. Decide così di invitare tutti e tre al matrimonio per scoprire chi chiamare papà. Da qui prende il via una serie di rincontri e primi incontri esilaranti al ritmo di musica, fino ad arrivare al lieto fine intriso di nuova consapevolezza.

Donna Sheridan: Me la sono cavata benissimo da sola con Sophie e non mi farò certo spodestare da… un’eiaculazione!”

Sophie Sheridan: Siamo belle.

Siamo amiche per la pelle.

Sono forte! Sono alta. Sono piccolina…

Ma non sono una bambina!”

Mamma Mia! appartiene al genere jukeboxe musical, dal momento che nessuna delle canzoni è stata scritta ad hoc e la storia procede attraverso l’utilizzo di motivi pre-esistenti. Questo limita il godimento del film per chi non sia esattamente un fan appassionato degli ABBA, a maggior ragione visto che le voci non sono le originali, ma quelle degli attori.

Donna Sheridan: È la fonte di Afrodite!”

Gli ABBA sono stati uno dei più grandi fenomeni del pop, le loro canzoni semplici, ritmate, allegre e cantabili hanno conquistato il mondo. Questi bei ragazzi svedesi tra metà anni ’70 e primi anni ’80 hanno venduto oltre 400 milioni di dischi in tutto il mondo, e continuano a venderne, anche 35 anni dopo il loro scioglimento.

CURIOSITÁ: La pellicola è stata girata nella fantastica isola di Skiathos e, per la maggior parte, a Skopelos.  Gli interni, invece, sono stati girati nei Pinewood Studios, in Inghilterra. Pierce Brosnan firmò il contratto senza sapere assolutamente di cosa trattasse il progetto. I produttori gli dissero solamente che sarebbe stato un film girato in Grecia e che era coinvolta anche Meryl Streep. Il nome dell’illustre collega gli bastò per firmare. Meryl Streep andò a Stoccolma ad incidere la canzone “The Winner Takes it All”. La diva effettuò solamente una registrazione dato che la sua performance risultò subito perfetta. Benny Andersson, membro degli ABBA e co-autore della canzone, definì la voce e la bravura della Streep “un miracolo”. Amanda Seyfried si è aggiudicata il ruolo di Sophie, vincendo la concorrenza di attrici come Amanda Bynes, Mandy Moore e Rachel McAdams. l film è stato candidato a 3 premi BAFTA e a 2 Golden Globe, nel 2009, ma non ha portato a casa nessun premio. Nel film sono presenti due camei degli ABBA. Durante la scena del balletto di “Dancing Queen” c’è Benny Andersson, nei panni di un pescatore che suona il pianoforte, mentre nella scena finale Björn Ulvaeus recita insieme ad altri attori, interpretando divinità greche.

ERRORI: Quando si ascolta la canzone “Dancing Queen” l’asciugacapelli cambia colore, infatti da verde diventa argento (continuità). Durante “Lay all your love on me” i ballerini con le pinne sono molti di più di quelli che sono emersi poco prima dal mare (continuità). Il personaggio di Bill Anderson si chiamava Bill Austin nel musical, ed era americano. È stato ribattezzato Anderson e reso svedese in omaggio al suo interprete, lo svedese Stellan Skarsgård, e ovviamente agli Abba (omaggio). In “Dancing queen” Dona prima di andare sul letto lancia il cappello e il foulard blu, il foulard cade ma nella scena successiva è messo perfettamente sul tavolo (continuità).

Mamma Mia! è un film frizzante, leggero, che vi farà venire voglia di cantare e ballare. Vi strapperà un sorriso, pervasi dalla gioia che irradiano i personaggi. A chi non è un amante dei musical questa pellicola potrebbe far cambiare idea. Se non l’avete ancora visto, mettetevi in pari! Perché il 6 settembre nelle sale italiane sbarcherà “Mamma Mia! Ci risiamo”.

Giulia Ponzin 

Precedente 5 serie tv di genere storico da (ri)vedere assolutamente Successivo Recensione di "Follia maggiore", il nuovo giallo di Alessandro Robecchi.