Manuale di make up per principianti (e non): ecco gli errori più comuni da evitare

C’è chi non rinuncia mai al rossetto rosso, chi non può fare a meno di eyeliner e mascara per occhi da cerbiatta e chi,  invece, punta a un look natural con una base perfetta. Fatto stà che, ahimè, l’errore è sempre dietro l’angolo e spesso cadiamo (sì, parlo anche a mio nome) sulle basi fondamentali del trucco. Quindi è il caso di fare un piccolo ripasso su COME VANNO APPLICATI correttamente i trucchi principali.

FONDOTINTA:  Alleato indispensabile per ottenere un make up perfetto, soprattutto per chi ha problemi di pelle: a seconda delle texture aiuta a uniformare la pelle, nasconde discromie e altri piccoli ‘difetti’. Ma purtroppo l’errore che la maggior parte delle donne commettono è al momento dell’acquisto del prodotto: ovvero sbagliare la tonalità. Si rischia spesso di sceglierne una nuance troppo chiara o troppo scura rispetto alla propria pelle comportando il discutibile effetto ‘cerone’;  per evitare questo inconveniente è sempre consigliato fare una prova sul polso o ancora meglio su mandibola e mettersi alla luce naturale, in questo modo azzeccherete sicuramente il fondotinta giusto.  Un altro problema è la stesura del prodotto: ad oggi il mondo della cosmesi, sempre in evoluzione, offre numerosi strumenti e fra spugnette e pennelli l’indecisione è alle stelle.  Se  volete ottenere un effetto più naturale allora la spugnetta è perfetta: picchiettatela sul viso e per un effetto ancora più naturale inumiditela leggermente. Mentre, se desiderate una maggiore coprenza allora è più indicato il pennello, ma assicuratevi che sia con setole sintetiche perché quelle naturali tendono ad assorbire il prodotto. Ma come si applica correttamente? Il fondotinta va applicato partendo dal naso verso l’esterno e non scordatevi di sfumare bene verso i contorni della mandibola… lo stacco cromatico viso-collo È BRUTTO.  Per fissare e aumentare la durata della base la cipria è essenziale. Molte non la usano  oppure non la applicano correttamente con il risultato che l’effetto Belfagor è sempre in agguato. Ricordate di spennellarla ovunque sia stato messo il fondotinta, evitando gli zigomi per non smorzarne la luminosità.

L’EYELINER: Chi di noi non sogna di realizzare una riga perfetta con la virgola finale come le dive anni 50’ e 60’? Vedi Sophia Loren, Audrey Hepburn e B.B. che hanno reso l’eyeliner un’icona del make up, che con i loro eyeliner ci hanno fatto sognare di poter ricreare quelle righe tanto perfette quanto inarrivabili … Ma la realtà è che, spesso, quando lo applichiamo otteniamo una semi-riga storta e ovviamente il risultato su entrambe le palpebre è diverso. Un modo semplice e veloce per realizzare un tratto preciso e la virgola finale è quello di disegnare tanti piccoli trattini in sequenza lungo l’attaccatura delle ciglia. Per evitare errori tenete sempre il gomito con cui l’applicate appoggiato e guardate dritto davanti uno specchio. Spesso è anche necessario fare delle rifiniture ed è più semplice assottigliare una riga troppo spessa che il contrario: basta prendere un cotton fioc  intriso di struccante e passarlo dall’interno verso l’esterno per eliminare ogni eccesso.

SMOKEY EYES: È uno dei maquillage più amati, che si sposa con tutti i tagli d’occhio e si può fare con qualsiasi nuance di ombretto. Spesso però ci perdiamo nell’infinto mondo dei pennelli:  ci sono dei veri e proprio kit da 8 e più pennelli, ognuno formulato per una specifica sfumatura, ma in realtà ne bastano solo 2. Di buona qualità, uno a lingua di gatto per applicare l’ombretto e l’altro con le setole arrotondate per sfumare. Infine per un finish più duraturo applicate il colore sempre dal centro e premere verso l’esterno.

ROSSETTO: È forse il cosmetico più amato, ma anche fra i più difficili da applicare correttamente! Sembra assurdo ma per una perfetta stesura e anche una maggiore durata del prodotto bisogna seguire alcune regole di base. In primis è fondamentale prendersi cura delle proprie labbra: se sono screpolate  il rossetto mette  risalto ancora di più screpolature e imperfezioni. Anche qui è importante scegliere la giusta tonalità che meglio si sposa con l’incarnato. Inoltre, un elemento che non deve mai mancare – soprattutto se avete le labbra sottili o irregolari – è la matita labbra che va applicata prima del rossetto. Ci vuole molta precisione per realizzare il contorno labbra e non a caso uno degli errori più frequenti è proprio il disegno asimmetrico; per questo motivo è necessario avere una mano ferma e seguire il bordo delle labbra andando a correggere solo i punti che lo necessitano. Inoltre la matita deve essere della stessa nuance del rossetto e con essa, oltre al contorno, dovrete riempire tutta la superficie della bocca. Evitate di usare una matita molto scura solo per contornare le labbra perché oltre ad invecchiare ( si è la verità), dona un effetto alquanto ‘cafone’ molto Posh anni 90’…. ma oggi siamo nel 2018 e anche se è previsto un ritorno delle Spice Girls non vuole dire che bisogna ricopiarne il trucco.

 

Francesca Tantillo

Precedente Recensione di “102 chili sull’anima”, il libro di Francesca Sanzo. Successivo La provincia di Bergamo scommette sul teatro con quattro imperdibili appuntamenti!