“Premio Luigi Malerba 2018”, ecco come partecipare!

Agli appassionati di scrittura vogliamo segnalare oggi il Premio Luigi Malerba, che ad anni alterni intende promuovere un’opera di narrativa (romanzo o raccolta di racconti) o una sceneggiatura al fine di pubblicarla nella collana dedicata allo scrittore di Berceto di MUP Editore (Monte Università di Parma).Vincitrice dello scorso anno è stata Cinzia Demi con il romanzo La smania. 

Protagonista sarà ancora la Narrativa. All’edizione del 2018 si può partecipare con un romanzo o raccolta di racconti entro e non oltre il 20 giugno 2018. L’opera, in lingua italiana, deve essere inedita e non deve essere di lunghezza inferiore alle 80.000 battute (spazi inclusi) né superiore alle 380.000 (spazi inclusi), corrispondenti a un minimo circa di 70/80 pagine e a un massimo di 240 pagine a stampa. Potrete spedire i vostri elaborati all’indirizzo mail: [email protected], allegando assieme al testo il vostro curriculum vitae e una liberatoria firmata. Anche quest’anno la giura del Premio è composta da figure di spicco del panorama letterario: Guido Barlozzetti – Michele Guerra – Paolo Mauri – Eleonora Mazzoni – Walter Pedullà Giovanni Ronchini – Gino Ruozzi – Nadia Terranova – e una classe del Liceo Classico Romagnosi di Parma. Presidente del Premio è Anna Lapenna, moglie di Luigi Malerba, del quale ricorre l’8 maggio il decimo anniversario dalla scomparsa. MUP (Monte Università di Parma), nata nel 2002 con l’obiettivo di promuovere la realtà storico-culturale della propria area geografica di riferimento e la produzione scientifica dell’Ateneo di Parma, ha pubblicato in passato quattro titoli di Malerba: La scoperta dell’alfabeto e Il Pataffio, nel 2003, Storiette e Storiette tascabili e Pinocchio con gli stivali nel 2004; nel 2011 Le parole abbandonate.

Vi segnaliamo inoltre l’imminente uscita de Sull’orlo del cratere (editore Mondadori), una raccolta di racconti a cui Luigi Malerba ha lavorato negli ultimi mesi di vita. Testi – già apparsi su quotidiani, riviste e in volume – che Malerba intendeva riunire per ripercorrere stili e motivi delle proprie narrazioni brevi. Sono storie grottesche, stranianti, nelle quali il comico del singolo individuo riesce a far esplodere un’intera società disumanizzata fatta di burocrazia e tecnologia. L’immagine che ne risulta è quella di un Malerba «autore di imprevedibili varchi, insieme sferzante e delicato, pronto allo sdegno e all’invettiva come all’ironia più discreta e sorridente»: un autore che si diverte e ci diverte mettendo in guardia i lettori dalla tirannia del pensiero unipolare.

Sempre dello scrittore di Berceto trovate nella collana Oscar Moderni Itaca per sempreaffascinante romanzo dedicato alla storia d’amore tra Ulisse e Penelope, pubblicato nel 1997, e in un unico volume La scoperta dell’alfabeto e Le parole abbandonate, significato e significante di quel mondo contadino che Malerba amava tanto.

Per ulteriori info si può visitare la pagina del sito: premioluigimalerba.it! 

Che aspettate? Perché non provare?

 

Cristina La Bella 

Precedente A Perugia per L'International Journalism Festival Successivo Savoire-fair francese: la moda dal Re Sole ad oggi.