Ricette Natalizie: il tronchetto al cioccolato.

Essendo il Natale una ricorrenza molto speciale, caratterizzata anche da pranzi e cene in compagnia, esistono davvero numerose ricette tipiche di tale festività. Tra queste, nello specifico tra i dolci, è sicuramente da citare il classico “tronchetto”. Si tratta di un piatto della cucina francese, così chiamato perché la sua forma riprende quella di un ceppo di legno, simbolo considerato di buon auspicio in numerosi paesi del Nord Europa. È un dolce molto sfizioso, dall’aspetto particolare (spesso è circondato da decorazioni) e davvero buono da gustare. Oggi vi suggeriremo uno dei procedimenti più diffusi per la sua preparazione.

Ingredienti:

  • 150 g di farina 00
  • 120 g di zucchero
  • 4 uova
  • 250 g di panna liquida
  • 450 g di cioccolato (meglio se fondente)

Inizialmente, montate le uova con lo zucchero, fino ad ottenere un composto chiaro e ben spumoso. In un secondo momento, aggiungete la farina, setacciandola con cura, e mescolate in modo che non si formino grumi nell’impasto. Ponete poi il composto su una teglia ricoperta di carta da forno, stendetelo e fate cuocere a 200° per circa 10 minuti. Quando la pasta sarà cotta, spolverizzatene la superficie con dello zucchero e ricopritela con della pellicola trasparente (questo passaggio servirà a non farla appiccicare ed a non farla seccare, in modo da poterla poi piegare più facilmente). Per preparare la crema, fate sciogliere il cioccolato fondente sul pentolino ed aggiungetevi poi la panna (lasciando un po’ di entrambi gli ingredienti da parte). Spalmate successivamente la crema sulla pasta biscotto, che andrà poi riavvolta e posta in frigorifero a raffreddare. La restante porzione di cioccolato sarà da utilizzare per preparare la copertura del tronchetto: montate la panna avanzata, unitevi il cioccolato fuso freddo e mescolate il tutto. Per la decorazione, potrete aggiungere al piatto qualche bacca oppure qualche piccolo frutto rosso. Buon appetito!

 

Marika Sauria

Precedente "Io, laureata, motivata ... sfruttata... in stage!", recensione del graphic novel di Yatuu. Successivo Influencer e social, la pubblicità occulta tanto di moda